Riabilitazione Neuro-Motoria nel paziente Neuro-Oncologico

Attivazione di una Rete di Servizi di Riabilitazione Neuro-Motoria per il paziente Neuro-Oncologico

Il paziente affetto da patologie tumorali a carico del cervello e del midollo spinale possono presentare deficit motori che condizionano significativamente la loro qualità di vita. I malati possono progressivamente perdere la propria autonomia e diventare completamente dipendenti dal supporto di familiari e caregivers. La possibilità di ottenere un miglioramento attraverso specifici percorsi riabilitativi viene generalmente oscurata dalle preoccupazioni generate dalla malattia cerebrale. Tuttavia, la possibilità di recupero esiste ed è sostenuta dalla capacità del cervello di ripristinare, almeno in parte, le funzioni perse attraverso l’attivazione di circuiti neuronali complementari a quelli interessati dalla malattia.

AIRNO intende supportare il malato neuro-oncologico individuano personale e strutture idonee all’attivazione di uno specifico percorso di riabilitazione neuro-motoria sul territorio.

Destinatari del progetto

La riabilitazione neuro-motoria si rivolge a pazienti affetti da patologie cerebrali e spinali che presentano deficit motori causati dalla malattia.

Obiettivi del progetto

Ogni progetto di riabilitazione neuro-motoria ha come obiettivo il recupero delle autonomie perse dal paziente a causa della malattia.

La valutazione specialistica consente di individuare obiettivi a breve, medio e lungo termine al fine di stilare un progetto riabilitativo individuale personalizzato.

Il percorso riabilitativo

Il primo approccio al paziente affetto da tumori del sistema nervoso è la piena conoscenza della patologia, che consente una valutazione oggettiva e precisa del quadro clinico e delle eventuali disabilità acquisite meritevoli di intervento riabilitativo.

Lo scopo principe della prima valutazione è quello di individuare i deficit acquisiti del paziente e le sue capacita residue per capire quali possano essere i margini di recupero.

La valutazione iniziale può modificarsi nel corso del trattamento; risulta pertanto fondamentale rivalutare frequentemente il paziente confermando i miglioramenti, rivalutando i deficit ed eventualmente individuando l’insorgenza di nuovi problemi. In questo modo sarà possibile ottenere un aggiornamento continuo sulle funzioni neuro-motorie del soggetto in cura, assicurandogli una riabilitazione accurata ed efficace.

Il metodo

Il progetto riabilitativo si concretizza seduta dopo seduta, attraverso esercizi neuro-funzionali, di rieducazione al movimento ed al gesto specifico, all’equilibrio ed alla coordinazione. Visti gli obiettivi del percorso riabilitativo il trattamento si fonda sulle attività quotidiane del paziente, compromesse dal deficit neuro-motorio in atto.

Risorse necessarie

Il progetto di riabilitazione neuro-motoria richiede la disponibilità di strutture idonee per lo svolgimento del percorso riabilitativo. AIRNO intende individuare spazi adeguati sul territorio idonei a garantire trattamenti personalizzati per i pazienti.

Le risorse umane dovranno essere adeguatamente selezionate in base alle competenze in ambito riabilitativo neuro-motorio e saranno scelte in funzione della capacità di comprendere e gestire la patologia neuro-oncologica.

Riabilitazione neuro-motoriaDesideri collaborare o ricevere informazioni? Scrivi ad AIRNO!

  • 1 + 31 =