Editoriale a cura del Dr Corbo e del Dr PancianiIl Richiamo delle Sirene: Corporeità, Seduzione ed Illusione

Leggi l’editoriale dedicato alla Giornata Internazionale dei Diritti della Donna

Storia di Sirene – Paola Pezzotta (tecnica mista acquarello, grafite e digitale)

Ombre Svelate - Marzo 2021Gli Articoli del Mese

Il Blog di AIRNO

Commenti, opinioni e racconti per comprendere ed affrontare la malattia

Omaggio a Lucio BattistiIo vorrei, non vorrei, ma se vuoi…

Come può uno scoglio
Arginare il mare
Anche se non voglio
Torno già a volare
Le distese azzurre
E le verdi terre
Le discese ardite
E le risalite
Su nel cielo aperto
E poi giù il deserto
E poi ancora in alto
Con un grande salto

Nel mese della Poesia Ombre Svelate desidera salutare i lettori con un pensiero dedicato ad una leggenda della Musica Italiana, che a distanza di più di 20 anni dalla sua scomparsa continua a far sognare intere generazioni.

05 marzo 1943 – In un piccolo comune della provincia di Rieti nasce Lucio Battisti. Si distingue fin da subito come abile chitarrista, ma soprattutto come perfezionista assoluto dell’arte musicale. Inizia a coltivare il suo talento collaborando con diversi gruppi italiani fino all’età di 23 anni, quando il destino decide di accendere definitivamente la sua stella grazie all’incontro con un altro fuoriclasse della musica italiana: Mogol.

Il loro primo capolavoro, “29 Settembre”, viene portato al successo dall’Equipe 84; nel 1968 il suo primo singolo “Prigioniero del Mondo”, inizialmente pensato per Gianni Morandi, non trova successo a differenza di “Balla Linda”, retro del singolo, canzone melodica sperimentale molto apprezzata dal pubblico.

Il Prigioniero del Mondo Battisti inizia a liberarsi dalle catene ed a prendere il volo verso l’Olimpo della Musica Leggera Italiana grazie al suo talento straordinario ed all’abito canoro modellato splendidamente sulla sua persona dal genio di Mogol. Improvvisamente, per divergenze di interessi, le loro strade si dividono ed “Una Giornata Uggiosa” segna la fine del magico sodalizio fra il cantautore e lo scrittore.

Con “E già” Lucio segna un solco profondo con il suo recente passato, sposando uno stile che viene accolto dalla critica con pareri estremamente discordi. Anche il sodalizio del 1984 con Dalla, nonostante le grandi potenzialità, non produce brani di successo. Nuove collaborazioni, non sempre coronate dal riscontro favorevole del pubblico, accompagnano l’ultima fase dell’incredibile carriera di Lucio Battisti.

Il firmamento della musica italiana perde la sua stella più luminosa il 9 settembre del 1998. La sua grande poesia continua comunque a vivere ed i suoi brani regalano sempre, anche alle nuove generazioni, infinite ed ineguagliabili Emozioni.

La Redazione ringrazia Davide per l’omaggio a Lucio Battisti e tutti gli Autori che hanno contribuito alla realizzazione del sesto numero di Ombre Svelate.
Appuntamento con il settimo numero on line il 15 Aprile 2021!

Modulo di RegistrazioneRicevi gratuitamente Ombre Svelate sul Tuo Smartphone!

  • 8 + 47 =